Specie di interesse conservazionistico

Ogni forma di vita, anche la più insignificante ai nostri occhi, svolge un ruolo preciso nell’ecosistema in cui si trova e ciascuna merita quindi di venir conservata, ma alcune di esse sono di maggiore interesse in quanto svolgono una funzione ecologica chiave, hanno un ruolo simbolico o perché sono particolarmente minacciate di estinzione. Come fare a identificare le specie di maggiore interesse conservazionistico in modo da dedicar loro l’attenzione che meritano (sia a livello di ricerca scientifica che di interventi di gestione in loro favore)? L’approccio adottato  dalla Fondazione Valle Bavona è quello di considerare un numero elevato di criteri (Liste Rosse, Direttive e Convenzioni internazionali, endemismi, Specie prioritarie, Ordinanze e Leggi) che permettono di identificare le specie per cui la Valle Bavona ha una responsabilità di conservazione. Per esempio se una specie è presente quasi solo in Valle Bavona e da nessun’altra parte, la Valle Bavona ha una responsabilità elevata nella sua conservazione.

Nello studio sull'Impostazione dell'informazione naturalistica della Valle Bavona realizzato nel 2006 sono state quindi definite 6 categorie di conservazione, in ordine di importanza:

   cat. A/B  = specie per le la VB ha una responsabilità continentale
   cat. C/D = specie per le la VB ha una responsabilità nazionale
   cat. E     = specie per le la VB ha una responsabilità regionale
   cat. F     = specie per le la VB ha una responsabilità di protezione minore

Troviamo per esempio tra le specie di interesse conservazionistico a livello continentale (cat. A) lo splendido coleottero Rosalia alpina (Rosalia alpina) che dipende strettamente dal legno morto di faggio di cui le sue larve si nutrono, oppure il Fagiano di monte (Tetrao tetrix), affascinante tetraonide che vive nelle praterie a mosaico con arbusti nani al limite superiore del bosco.

Scarica le liste delle specie di interesse conservazionistico secondo i criteri adottati nello studio Concetto di gestione dell’informazione naturalistica in Valle Bavona (2006):

Alcune specie di interesse conservazionistico
Il base al grado di minaccia e di rarità che le seguenti specie possiedono a livello regionale, cantonale, nazionale e continentale, la Valle Bavona ha una responsabilità di conservazione a livello continentale (cat. A):

Uccelli:
   Balia dal collare
   Piro piro piccolo
   Aquila
   Gufo reale
   Fagiano di monte

Rettili:
   Natrice tassellata

Mammiferi:
   Lince
   Marmotta
   Stambecco

Invertebrati:
   Bavonia focarilei
   Rosalia alpina

Flora:
   Saponaria lutea
   Botrichio ramoso